Gotica La Via
I caduti di Monte Cece

I caduti di Monte Cece

Mentre si combatteva sul monte Battaglia (Ottobre 1944), nella valle a fianco del Senio, si svolgeva la Battaglia di Monte CECE, con gli alleati inglesi contro i tedeschi in condizioni impervie e sotto la pioggia e nel fango. La battaglia durò quasi due settimane, con un primo attacco, il 3 e 4 ottobre, contro i tedeschi attestati sul monte, ed un secondo il 5, 6 e 8 ottobre. Grazie ai rinforzi (il corpo dei Duke’s), gli inglesi, nonostante ingenti perdite, compreso il comandante del reparto, riuscirono a disperdere il nemico e a conquistare la vetta del Monte Cece.

MONTE CECE e CASOLA Val SENIO

Monte Cece è un’altura di 759 m s.l.m. che domina la valle del Senio.

Casola Val Senio è il principale centro della valle, sulla provinciale 306 detta anche “Arrow Route”.

Casola Val Senio fu liberata a fine Novembre del 1944 dall’8° Divisione Indiana, che sostituì gli inglesi nella zona, perché spostati a difesa del Monte Grande.

A Casola Val Senio è stato dedicato un monumento alla Medaglia d’oro Giuseppe Nembrini e ai granatieri del Gruppo “Friuli” caduti sul fronte del Senio e una lapide ai liberatori dell’8a divisione indiana. Inoltre merita una menzione il “Centro di documentazione sulla guerra di Liberazione”, gestito dall’ANPI di Casola Valsenio, che possiede una ricca documentazione raccolta in un archivio con oltre 1.500 foto e libri e una videoteca con materiali video, raccolte fotografiche sugli eventi bellici, sulla Resistenza nell’Appennino tosco-romagnolo, sulla distruzione e ricostruzione di Casola, nonché bandi pubblici del periodo 1943-1945, testimonianze e residuati bellici. Nel Centro è disponibile anche una postazione informatica per la ricerca e la visualizzazione delle foto e dei documenti.

Lunghezza: 5,5 km – Durata: 2 ore di cammino – Dislivello +/- 350 mt